Analisi feci del gatto: come prelevarle e conservarle

Per fare un’analisi delle feci del gatto si preleva il materiale direttamente dalla cassettina tramite la paletta forata, per lasciare fuori i granellini di lettiera per quanto possibile, e si posiziona poi in un contenitore apposto, in un bicchiere di plastica o in un pezzo di stagnola.
Nel caso in cui invece il gatto sia abituato a sporcare esclusivamente all’esterno, non abbiamo alternativa che tenerlo in casa finché non produce il campione di feci nella lettiera.

Analisi feci del gatto: quanto campione raccogliere?

Per effettuare le analisi delle feci del gatto non è necessario portare dal veterinario una grossa quantità di materiale: è infatti sufficiente un pezzettino di feci di dimensioni medie, circa 3-5 cm. Nel caso in cui le feci siano liquide raccogli ciò che riesci; qualche cucchiaino di campione è più che sufficiente per eseguire l’esame richiesto.

I contenitori che ti abbiamo suggerito vanno bene per la conservazione del campione di feci fino alla consegna al veterinario, che deve avvenire in tempi abbastanza rapidi per evitare che si alteri il contenuto: quindi ricordati di consegnarle entro 12 ore per le analisi, se riesci conservale in frigorifero; nel caso siano passate più di 24 ore ti suggeriamo di rifare il prelievo, magari quando sai di poterle portare ad analizzare in tempi brevi.

Hai dubbi o curiosità sul tuo pet?

Lo staff di MYPETCLINIC è a tua completa disposizione per un consulto specialistico o un approfondimento legato alla salute e al benessere di qualsiasi animale. 

Articoli che potrebbero interessarti